Vi ricordate la cartografia interattiva del portale Italia.it , quel meraviglioso strumento di tortura pomposamente denominato Navigator?
Notizia di oggi: in osservanza della legge Stanca, che recepisce anche una direttiva dell’unione europea per incoraggiare l’utilizzo di software open source nelle pubbliche amministrazioni degli stati comunitari, il progetto OpenStreetMap ha chiuso un importante accordo con i dipartimenti della Funzione Pubblica, dell’Innovazione e dello Sviluppo e competitività del turismo (aka Brunetta & Brambilla) per il nascente portale italia.info.
 

“… i tre ministeri hanno considerato utile affidarsi ad una mappa che non andasse a finanziare le potenze straniere e che potesse, al contempo, creare occasioni di lavoro nel nostro territorio.

L’impegno non è stato vano ed è di questa mattina la telefonata con la quale ci è stato annunciato che verranno stanziati poco meno di 3 milioni di euro destinati all’acquisto della tecnologia ed alla creazione di team di mappatori che avranno il compito di completare la mappatura del nostro belpaese entro l’estate“.

 

openstreetmap

Portal remember (10q to Pugia)

About these ads