Ogni tanto, in giro per la rete, emergono nuove inedite testimonianze sul portale italia.it. Quella che segue è un’intervista-monologo di Enrico Paolini, attuale assessore al turismo e vice-presidente della Regione Abruzzo, nonchè vice-presidente di ENIT. A molti era probabilmente sfuggita.
Risale al 27 marzo scorso, ma è comunque “interessante” per alcune delle affermazioni rilasciate: è tratta dal sito Abruzzo24ore.tv.


Intervista-monologo

“… noi abbiamo avuto pubblicati sul portale italia.it proprio i contenuti comperati dal governo Berlusconi un anno e mezzo fa. Questi contenuti sono scadenti, non corrispondono alla realtà, danneggiano l’immagine dell’Italia e delle Regioni e purtroppo sono stati acquistati con uno sperpero di denaro pubblico veramente notevole. Noi come Regioni avevamo già detto di soprassedere…”

“… e quindi rinnovare questo pacchetto di contenuti che già c’è, veramente scadente. Nel frattempo noi proponiamo di sospendere questa apertura, che il vice-presidente Rutelli aveva voluto in buona fede, pensando e fidandosi dei tecnici del ministero dell’Innovazione, i quali avevano detto che questi materiali erano adeguati. Visto che non lo sono e sono abbastanza scandalosi, noi proponiamo invece di sospendere per tre-sei mesi questa apertura, dare alle Regioni il tempo tecnico e anche i soldi, perchè ancora non vengono consegnati, per fare questa operazione e fra sei mesi riaprire con un portale dove venti Regioni mettono i loro contenuti e quindi formeranno, come dire , un’immagine del portale italia.it nel mondo come deve essere.”

Che dire? Si commenta da sè.
Massì dai, sullo spreco di denaro pubblico, soprassediamo…😉