Avviso ai naviganti: questo post, probabilmente, vi farà incazzare un po’.
A me è successo. Se avete avuto una pessima giornata, tornate un’altra volta.
In alternativa, prima di proseguire, è fortemente consigliata l’assunzione di un blando calmante o quantomeno la preparazione di una bella tisana rilassante e depurativa.😉

Nonostante tutte le polemiche e le critiche che si sono lette in rete, non ho mai avuto occasione di leggere alcuna seria analisi che mettesse a confronto il portale italia.it con gli altri portali europei del turismo. Invece penso che sarebbe estremamente interessante farlo, magari anche sotto diversi punti di vista. Quando ho deciso di scrivere questo post, l’obiettivo era uno in particolare: utilizzare il sito alexa.com (amazon.com) per verificare e confrontare i dati di accesso ad italia.it con quelli di altri siti europei del turismo.
Tanto per capire se almeno questo portale milionario qualcuno lo visiti oppure no, da dove e con quale dinamica. Ma questa sarà probabilmente materia di qualche altro post (e forse più d’uno). Qui viene invece proposto, dopo l’elenco dei siti, un sintetico confronto ad “armi pari” con il portale “storico” del turismo italiano di ENIT.

Nel compilare la tabellina qui sotto, per verificare i vari links, ho naturalmente dovuto fare click… click… e, nell’inevitabile confronto, spesso anche solo ad una prima occhiata, devo dire che… mi sono cadute le braccia.😦

Gli URL dei vari siti sono tratti da informazioni reperite sul sito della comunità europea ed in parte da visiteurope.com . Alcuni di questi siti non sono veri e propri portali del turismo (non tutti i paesi ce l’hanno): in questi casi, però, il sito indicato è comunque governativo ed ha almeno una sezione dedicata al turismo.
La colonna IT indica se il sito ha una localizzazione in lingua italiana oppure no (… altro che otto lingue diverse, italia.it ! ).
Qualche sintetica osservazione prima di lasciare spazio ai click forsennati:

a) al momento il portale del turismo italiano, per l’europa, continua ad essere quello di ENIT. Non saprei dire se questo sia un bene od un male, giudicate voi come esce dal confronto con gli altri (sic!);
b) molti Paesi, compresi alcuni non proprio giganteschi (es. Austria) hanno portali del turismo con localizzazioni in ben più di otto lingue; alcuni di questi, inoltre, rilevano automaticamente il Paese di provenienza e vi accolgono nella vostra (nostra) lingua madre, il che fa piacere;
c) nessuno si sogna di presentarsi con canzoncine tipo “Oh che bel vivere…” o altre idiozie del genere; il portale del Portogallo vi accoglierà con un piacevole iniziale sciabordio d’acqua;
d) nessun portale si presenta con una “cosa” tipo l’orrenda immagine “digitale” a quadrettini blu di italia.it. Tutti o quasi mostrano subito belle foto del loro paese nell’ home page;
e) la maggior parte delle pagine iniziali sono “ricche” dal punto di vista del design e del contenuto, in modo da trasmettere subito al potenziale turista l’impressione di avere ampie possibilità di offerta e di scelta.

La tabella che segue elenca in ordine alfabetico i paesi che fanno parte della comunità europea, poi il sito europeo visiteurope.com e a seguire gli altri paesi europei. Se avete indicazioni ulteriori… in particolare sugli eventuali siti mancanti, lo spazio dei commenti è a disposizione.

Paese Capitale Sito IT
Austria Vienna www.austria.info @
Belgio Bruxelles www.opt.be @
Bulgaria Sofia www.bulgariatravel.org  
Cipro Nicosia www.visitcyprus.org.cy @
Danimarca Copenaghen borger.dk  
Estonia Tallinn www.visitestonia.com  
Finlandia Helsinki www.visitfinland.com @
Francia Parigi www.franceguide.com @
Germania Bonn www.germany-tourism.de @
Grecia Atene www.gnto.gr @
Irlanda Dublino www.tourismireland.com @
Italia Roma www.enit.it @
Lettonia Riga www.latviatourism.lv @
Lituania Vilnius www.travel.lt  
Lussemburgo Lussemburgo www.ont.lu  
Malta Valletta www.visitmalta.com @
Paesi Bassi Amsterdam www.visitholland.com @
Polonia Varsavia www.poland-tourism.pl  
Portogallo Lisbona www.visitportugal.com @
Regno Unito Londra www.visitbritain.com @
Repubblica ceca Sofia www.czechtourism.com @
Romania Bucarest www.romaniatourism.com  
Slovacchia Bratislava www.slovakiatourism.sk  
Slovenia Lubiana www.slovenia.info @
Spagna Madrid www.spain.info @
Svezia Stoccolma www.visitsweden.com @
Ungheria Budapest www.hungarytourism.hu  
       
Europa www.visiteurope.com @
       
Albania Tirana www.keshilliministrave.al  
Andorra Andorra
la Vella
www.andorra.ad  
Armenia Yerevan www.armeniaforeignministry.com  
Azerbaigian Baku    
Bielorussia Minsk www.mfa.gov.by  
Bosnia
Erzegovina
Sarajevo    
Georgia Tbilisi    
Islanda Reykjavik www.iceland.is  
Liecthtenstein Vaduz www.liechtenstein.li  
Moldova Chisinau    
Monaco Monaco    
Montenegro Podgorica www.montenegro.yu  
Norvegia Oslo www.visitnorway.com @
Russia Mosca    
San Marino San Marino www.visitsanmarino.com @
Serbia Belgrado    
Svizzera Berna www.myswitzerland.com @
Ucraina Kiev    
Vaticano Città del
Vaticano
www.vaticano.com @

Vediamo ora il confronto in termini di traffico su italia.it ed enit.it negli ultimi sei mesi, negli ultimi tre mesi e infine nei passati trenta giorni.
Per capire il significato del grafico, in particolare del termine Reach, si può leggere QUI.
Diciamo brevemente che si tratta di un indicatore che media il numero di utenti che navigano sul sito con il numero medio di pagine visitate rispetto al numero medio di pagine visitate da tutti i navigatori nel mondo e che fanno uso della toolbar di Alexa (attraverso la quale si raccolgono i dati).

italia.it ed enit.it negli ultimi sei mesi
Traffico su italia.it ed enit.it negli ultimi sei mesi (click per ingrandire)

italia.it ed enit.it negli ultimi tre mesi
Traffico su italia.it ed enit.it negli ultimi tre mesi (click per ingrandire)

italia.it ed enit.it negli ultimi trenta giorni
Traffico su italia.it ed enit.it negli ultimi trenta giorni (click per ingrandire)

I grafici mostrano chiaramente l’elevata dinamica degli accessi su italia.it.
Un picco nei giorni della presentazione che, va ricordato, fu fatta alla BIT (Borsa Internazionale del Turismo) il 22 febbraio e poi un crollo verticale degli accessi nello spazio di pochissimi giorni. Nel mese di marzo la media degli accessi sembra attestarsi su di un valore otto-dieci volte inferiore al picco. Si nota quindi un’ulteriore, più lenta, ma costante discesa nei mesi di aprile e di maggio. Nelle ultime settimane il valore medio è all’incirca un ventesimo della media degli accessi dei primi 10-15 giorni.
Per contro la dinamica degli accessi su enit.it è sostanzialmente costante.
Il grafico degli ultimi trenta giorni mostra un livello di accessi al sito di ENIT mediamente quadruplo rispetto al nostro beneamato portalone.
La cosa non è che sorprenda granchè, anche se il sito di ENIT non è certo bellissimo dal punto di vista grafico: chi visiterebbe e a quale scopo un sito turistico (italia.it) che palesemente dichiara “i nostri contenuti non sono affidabili, li stanno verificando e validando” ?
Altro dato interessante che fornisce il sito di alexa è la composizione percentuale degli accessi rispetto al paese di provenienza.

italia.it: composizione percentuale paese di provenienza degli utenti
provenienza utenti su italia.it

enit.it: composizione percentuale paese di provenienza degli utenti
provenienza utenti su enit.it

Anche qui il sito di ENIT mostra di offrire migliori performances, se e vero come è vero che questi siti dovrebbero servire soprattutto ad attrarre i turisti dall’estero.
In entrambi i casi è comunque piuttosto alta la percentuale degli accessi dall’ Italia. Ma quella di italia.it è quasi doppia rispetto ad ENIT.
Due su tre navigatori di italia.it sono italiani. Uno su tre quelli di ENIT.

Italia.it = 45 + 9 milioni di euro per avere questi brillanti risultati.
Un sito turistico… per gli italiani: che ovviamente per trovare il luogo di vacanza, navigheranno semmai nei vari siti regionali.

Che altro dire ?
Sconsiglio vivamente di tentare il confronto con qualche sito europeo di quelli segnalati… se lo stomaco ha già cominciato a dare i primi segni di bruciore.😉

Questo gadget in premio ai ministri Rutelli e Nicolais.

Alexa6

media degli accessi negli ultimi tre mesi su italia.it (ENIT = 0.0024%)