Anche la regione Marche, dopo Veneto, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Sardegna e Campania ha approvato lo schema di convenzione con il DIT per il cofinanziamento dei progetti destinati alla realizzazione di contenuti digitali di interesse turistico nel portale “Italia.it”.

La delibera n.905 della Giunta Regionale marchigiana risale al 01/08/2007.
Con questa delibera la regione Marche si assicura un finanziamento massimo di 925.328,70 euro cui dovrà aggiungere un ulteriore 10% almeno. Novanta giorni anche per lei per presentare i progetti operativi al DIT.

A metà luglio l’assessore al turismo della regione Abruzzo e vice-presidente di ENIT, Enrico Paolini, che coordina il progetto per le Regioni nell’ambito del Comitato del Portale, aveva invitato “le regioni che finora non lo hanno fatto di chiudere al più presto le convenzioni con la Vicepresidenza del Consiglio dei ministri”.

Curioso, ma al momento non si trova la delibera di approvazione della regione Abruzzo, nè tantomeno quella della regione Liguria, il cui assessore Margherita Bozzano a gennaio 2007 aveva dichiarato:

“Le Regioni stanno rispettando tutti i tempi – ha detto l’assessore Margherita Bozzano (Liguria), responsabile per le Regioni del portale – ed ora nei prossimi sei mesi dall’insediamento del Comitato presenteranno i contenuti da inserire nel portale Italia.it.
Se ci sono stati ritardi – ha specificato l’assessore Bozzano – è bene chiarire che essi non sono ascrivibili alle Regioni perchè era compito del consorzio temporaneo di imprese fare la struttura, realizzare l’albero e individuare le eccellenze del portale.

Il nostro lavoro viene a valle, solo al termine delle definizione di detti criteri.
Con l’avvio della convenzione sarà nostro compito dare i contenuti al consorzio temporaneo di imprese. E questo lo faremo nei prossimi sei mesi”.

Nel frattempo aggiorniamo il “conto della spesa” (per quanto conosciamo con certezza):

Veneto (1.678.400,00 + min. 10%)
Emilia Romagna (1.527.291,00 + min. 10%)
Trentino Alto Adige (1.493.210,00 + min. 10%)
Lombardia
(1.404.820,00 + min. 10%)
Toscana (1.398.629,00 + min. 10%)
Lazio (1.286.433,00 + min. 10%)
Campania (1.158.018,00 + min. 10%)
Liguria (1.046.363,00 + min. 10%)
Sicilia (1.026.230,00 + min. 10%)
Marche (925.328,00 + min. 10%)
Piemonte (914.102,00 + min. 10%)
Puglia (889.932,00 + min. 10%)
Sardegna (884.823,00 + min. 10%)
Abruzzo (836.612,00 + min. 10%)
Friuli Venezia Giulia (826.245,00 + min. 10%)
Calabria (821.693,00 + min. 10%)
Umbria (819.717,00 + min. 10%)
Valle d’Aosta (764.515,00 + min. 10%)
Molise (665.098,00 + min. 10%)
Basilicata (635.530,00 + min. 10%)

Totale (8.492.782 /21.000.000 + min. 10%)

Se per caso avete qualche ulteriore novità dalla vostra regione… segnalatela QUI.

[UPDATE]

Maria Teresa mi ha inviato tramite e-mail una copia integrale della delibera della regione Marche (dgr0905_07.pdf – 1,7 Mb). Notare come la convenzione marchigiana preveda espressamente che

I contenuti digitali oggetto dei progetti devono essere rispondenti a criteri di elevata qualità e fruibilità e atti a rappresentare in maniera adeguata ed efficace l’offerta turistica regionale o interregionale.

Come questo possa avvenire nell’ambito di un contenitore obbrobrio come quello dell’ attuale portale italia.it rimane al momento un vero mistero.
In ogni caso la regione Marche potrà spendere complessivamente in vari e diversi progetti 1.017.861,57 euro, di cui 925.328,70 quale contributo statale (quota parte dei 21 milioni) e 92.532,87 imputabili a carico dell’ UPB 3.18.01 cap 31605106 “Fondo regionale del Turismo per gli interventi in materia di promozione Turistica”.
Luciano Agostini (DS), vicepresidente della giunta con delega al turismo, era presente alla seduta di approvazione della Giunta.