Oggi il sottosegretario al turismo Michela Vittoria Brambilla era a Napoli per incontrare l’assessore Claudio Velardi ed illustrare le “linee guida” di un accordo Stato-Regione per il rilancio del turismo nel napoletano e dintorni. Le note vicende sui rifiuti hanno determinato un tracollo d’immagine della Regione (e dell’Italia) tale da rendere necessaria una qualche “stampella governativa”.
Quanto di forma e quanto di sostanza ci sia in tutto ciò, al momento non è dato sapere.
A margine dell’incontro nuove dichiarazioni ai giornalisti su italia.it, riportate poche ore fa da APCOM.
La Brambilla avrebbe affermato come il progetto di rilancio del portale comporti

“tempi lunghi e complessi. […] Il ministro Brunetta mi ha ceduto la gestione del portale.
Intendo occuparmene con attenzione e serietà per capire cosa si può salvare di questa operazione costata 10 milioni di euro
.
Dobbiamo realizzare un prodotto efficace che abbia un’utilità di livello e di fruibilità simile a quello dei nostri competitor”.

Altrove si legge che gli annunciati “prossimi mesi” durante i quali verrebbe svolta questa attenta analisi e stabilito “cosa fare e cosa non fare“, sarebbero al più sei.
Se così fosse, considerata anche la “bassa priorità” affibbiata alla questione, qualcosa di concreto sul portale forse la sapremo più o meno intorno al prossimo Natale (…alleluia !).

Che tanto anche questa estate di turismo on-line ormai ce la siamo giocata.

Nel frattempo il “padre putativo” del progetto ci tiene molto a difendere il suo buon nome, così come fece a suo tempo per il progetto che, secondo lui, “dal punto di vista tecnico è validissimo” .
Contenuti a parte, ovviamente😉 .