UPDATED 30/10/2008: QUI l’intervista completa.

…Il fatto che l’Italia non abbia ancora un portale turistico è un grave handicap per tutto il sistema. Cercheremo di procedere a tappe forzate, per recuoperare il tempo perso e per ritrovare risorse economiche necessarie al nuovo sito. …” [MVB]

Pare che domani, sull’inserto settimanale Tempi in allegato con Il Giornale, il sottosegretario MVB dirà parole definitive sul portale Italia.it. In sintesi, sarà la solita musica, secondo AGI: sinergia tra tutti i ministeri competenti, libertà, mobilità e ristrutturazione del portale turistico lanciato da Francesco Rutelli, fino a rendere l’Italia più conveniente di Sharm-el-Sheikh.

“Abbiamo ereditato un fallimento.
Il governo Prodi
ha dilapidato un investimento cospicuo e ha sprecato un’occasione preziosa.
Internet è il veicolo sempre più utilizzato per conoscere a distanza le destinazioni turistiche ed alberghiere ed è lo strumento per prenotare la propria vacanza.
Abbiamo cominciato a lavorarci
e spero che nel 2009 venga realizzato un prodotto che finalmente risponda alle esigenze del mercato.”

Miche’, giusto per rinfrescarti la memoria, eh?🙂