Secondo il bisettimanale TTG Italia (6/11/2008 – pag. 11 – Letizia Strambi) la Finanziaria 2009, attualmente in discussione alla Camera, metterebbe a disposizione per lo sviluppo e la competitività del turismo la somma di circa 100 milioni di euro. Notare che il comparto muove complessivamente ogni anno in Italia circa l’11% del PIL, il che significa non meno di 140-150 miliardi di euro.
La metà di questi 100 milioni finirebbe all’ENIT, che vanta 25 milioni di euro di sole spese correnti per il suo funzionamento.

Dei restanti 50 milioni, dieci andrebbero a sostegno dei “buoni vacanza” per le famiglie indigenti, due a garantire il funzionamento dell’Osservatorio Nazionale del Turismo ed i restanti 38 a finanziare la riqualificazione ed innovazione della ricettività turistica tramite varie e diverse forme di incentivo.
Nel “pacchetto” dei 38 sarebbe anche incluso il rilancio del portale Italia.it, con una spesa prevista per l’anno 2009 che al momento non è meglio specificata.
Come noto l’intero budget (ragionevolmente pluriennale) del portale, secondo il piano industriale del ministero dell’Innovazione, risulta essere pari a 34 milioni di euro; di questi, 16 sarebbero destinati alle Regioni.
Ancora nessun annuncio per l’attesa presentazione B&B (Brunetta & Brambilla) del “nuovo” progetto Italia.it, peraltro già prevista per la settimana scorsa.