Il 19 novembre scorso il sottosegretario Brambilla era in audizione alla X Commissione Attività Produttive della Camera. Si trattava del seguito di una precedente audizione del 22 luglio u.s. di cui si era già scritto qui.
Oggi è stato reso disponibile il resoconto stenografico dell’ultima audizione.
A pochi (sperem) giorni dalla “presentazione” del nuovo progetto Italia.info (ex portale Italia.it)  MVB è stata sottoposta, in questo seguito di audizione, ad un fuoco di fila di domande sulle problematiche del turismo italiano, dell’Enit, della competitività, dei “buoni vacanza” e chi più ne ha più ne metta.
Nessuna novità sconvolgente per il portalone.

Sul tema però nuova brevissima e insidiosa domandina del deputato trapanese Ignazio Abrignani (PDL)

IGNAZIO ABRIGNANI
Sarò brevissimo. Parto dal portale, ma il concetto è unico, perché il portale è una forma fondamentale di coordinamento e di promozione dell’Italia all’estero. La relazione del 22 luglio del Sottosegretario iniziava affermando che «le Regioni concordano con me sulla necessità di creare un portale […]».
Lo stesso criterio si rileva nell’accordo quadro con la regione Campania, in cui mi ha colpito la frase: «anche qui si è deciso di aprire una cabina di regia…».
Volevo chiederle se in questi tre mesi i rapporti con le regioni inducano a considerare la possibilità di  realizzare in Italia un’unica cabina di regia di promozione, di cui il portale è sicuramente lo strumento principale, ma che dovrebbe coinvolgere anche altri aspetti della promozione.

La MVB non è riuscita (o non ha voluto)  rispondere compiutamente sul punto nel tempo a sua disposizione, che era poi di solo mezz’ora. Si è dilungata con una iniziale premessa e poi ha detto:

MICHELA VITTORIA BRAMBILLA
Per quanto riguarda il fronte promozione sono abbastanza soddisfatta del rapporto con le Regioni

Ad una domanda sull’Osservatorio del Turismo ha replicato:

MICHELA VITTORIA BRAMBILLA
Sull’Osservatorio nazionale del turismo siamo dunque riusciti a dare concreta attuazione al nostro progetto. A breve, avremo anche il portale on line [ndb. meno male, che a portali eravamo scarsi] prima del portale Italia.it, che permetterà alle istituzioni e alle imprese di avere sempre in tempo reale il polso della vera situazione del comparto, indipendentemente dalle singole voci. Riuniremo infatti tutto l’esistente, mettendo a sistema i vari osservatori esistenti (categorie, Regioni), i nostri dati, ISTAT, Bankitalia e Unioncamere. Parallelamente, condurremo ricerche mirate per integrare i punti non ben sviluppati, quali ad esempio il servizio alle imprese e la redditività.

Ora sarebbe in teoria previsto che MVB tornasse in commissione nella prima settimana di dicembre, ma anche a luglio era previsto che replicasse la settimana dopo: invece si è rivista in commissione solamente il 19 di novembre scorso.

Da notare che le ultimissime dichiarazioni del sottosegretario alla X Commissione permanente Industria, commercio e turismo del Senato, di cui si è scritto qui, sostanzialmente ridimensionano, azzerandolo, il ruolo delle Regioni nel progetto Italia.info .

A questo si aggiunga, notizia odierna su ItaliaOggi (pag. 8), che la MVB con un emendamento ad un provvedimento collegato alla finanziaria 2008, presentato al Senato dal PDL, mira a riportare sotto di sè il controllo di 48 milioni di euro per tre anni (2007-2009) che il precedente governo Prodi aveva destinato alla riqualificazione delle imprese del settore turistico. Le modalità di spesa di questi soldi erano già state oggetto di scontro tra le Regioni (Lombardia e Veneto), Rutelli (Stato) e la Corte Costituzionale, perchè in materia turistica le Regioni avrebbero – in teoria – piena competenza, dopo la modifica del titolo V della nostra Costituzione; variazione il cui iter inizia col secondo governo D’Alema (22.12.1999 – 25.04.2000) ed è varata infine dal secondo governo Berlusconi (giugno 2001- aprile 2005) nel 2002.

Risultato: soldi in concreto mai erogati e spesi, tutto bloccato, riconosciuta parziale illegittimità costituzionale dei commi 1227 e 1228 dell’art. 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Finanziaria 2007), nella parte in cui non stabiliscono che i decreti ministeriali ivi previsti siano preceduti dall’intesa con la Conferenza permanente Stato-Regioni [sentenza del 2 aprile 2008].

Sempre in audizione il 19 novembre scorso:

MICHELA VITTORIA BRAMBILLA
Nelle prossime settimane, presenteremo una serie di pacchetti che stiamo mettendo a punto con diversi  istituti di credito, per fornire un sostegno concreto su questo fronte estremamente critico per i nostri operatori. Le nostre imprese sono infatti sottoposte alla pressione fiscale più alta della media europea e devono sostenere un costo molto alto per i servizi, incontrando difficoltà oggettive. Abbiamo quindi ritenuto opportuno promuovere questa misura urgente.
Sono stati messi a punto prodotti in grado di aiutare queste piccole e medie imprese del turismo a non chiudere o a riqualificare la propria struttura. Per quanto riguarda ad esempio la normativa antincendio, nei mesi scorsi è stata ottenuta una proroga, altrimenti il 60 per cento degli alberghi della riviera romagnola avrebbe chiuso [ndb. allegria !!] . Mi avevano chiesto di lavorare per la proroga, perché non avevano avuto le risorse per adeguarsi alle normative antincendio. A queste si aggiungono quelle della sicurezza, dell’igiene, le necessarie opere di riqualificazione, per cui abbiamo scelto di legare alcuni di questi crediti alle imprese alla riqualificazione , per venire incontro alle esigenze delle aziende e del settore turistico italiano.

Oltre a ciò si prevede di commissariare l’ENIT e di ridurre sensibilmente il numero di consiglieri del CdA; conseguentemente sarà probabilmente ridotto anche il ruolo delle Regioni, che oggi possono invece contare su una rappresentanza sostanzialmente maggioritaria:

GOV Matteo Marzotto (presidente – nomina governativa)
GOV Angelo Canale (Dip. per lo sviluppo e competitività del turismo – rappresentante Brambilla)
GOV Flavio Fasano (Ministero Affari Esteri – rappresentante Frattini)
GOV Guido Improta (MIBAC – rappresentante Bondi)
GOV Piergiorgio Togni (MIBAC – rappresentante Bondi)

REG Enrico Paolini (vice-presidente + Regione Abruzzo – assessore turismo)
REG Marco di Lello (Regione Campania – assessore turismo)
REG Maria Rita Lorenzetti (Regione Umbria – assessore turismo)
REG Tiziano Mellarini (Provincia autonoma di Trento – assessore turismo)
REG Massimo Ostillio (Regione Puglia – assessore turismo)
REG Guido Pasi (Regione Emilia-Romagna – assessore turismo)
REG (in teoria Luca Zaia, Regione Veneto – assessore turismo; ma è diventato ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali e quindi si è dimesso per incompatibilità)

ASS Bernabò Bocca (Federalberghi/Confturismo)
ASS Claudio Albonetti (Assoturismo/Confesercenti)
ASS Costanzo Jannotti Pecci (Federturismo/Confindustria)
ASS Andrea Mondello (Unioncamere)

6(7) REG (Regioni) + 5 GOV (Governo) + 4 ASS (Associazioni di categoria)

Sempre la Brambilla ha dichiarato in audizione:

MICHELA VITTORIA BRAMBILLA
“Per quanto riguarda l’ENIT, ho depositato un emendamento per ridurre il CDA, perché, nonostante i sedici membri [ndb. sul sito di ENIT ora risultano essere 15], spesso non si riesce neppure a raggiungere il numero legale, [ndb. complimentoni eh !!] situazione a cui è necessario porre rimedio.”

Il CdA dovrebbe essere numericamente dimezzato (7 componenti).

Il Presidente dell’ENIT ha nel frattempo dichiarato che

MATTEO MARZOTTO
“Stiamo progettando alcuni cambiamenti sul portale dell’Enit, che è già uno strumento di informazione turistica. E potrebbe essere molto migiorato se avessimo più dotazioni finanziare”.
[ndb. ma certo Matteo, e facciamone due diversi di portali nazionali del turismo, tanto paghiamo noi]
Per quanto riguarda Italia.info, invece
“Siamo informati – dice – ma per il momento non facciamo parte del processo decisionale”.

Matteo, se la Brambilla confermerà i suoi intendimenti, probabilmente non lo sarete mai: considera l’ENIT un bel carrozzone.
Comunque la sezione tecnologicamente più avanzata dell’attuale portale di ENIT è sicuramente quella in lingua cinese: un singolo file .pdf da 7 Mb, 84 pagine, by Iniziative Speciali De Agostini.
Io non conosco il cinese, ma se il livello è quello delle schede De Agostini anni ’70 dell’ex-portalone possiamo stare tranquilli: quasi quasi passo un po’ di testo a Google Translate, magari salta fuori qualche inestimabile perla.


Esempio (il primo scelto a caso, lo giuro): nel sinteticissimo paragrafetto dedicato a pag. 28, mi pare davvero azzeccatissimo e prioritario informare i cinesi che, nel corso della seconda guerra mondiale, Ponte Vecchio a Firenze non venne fatto saltare dai tedeschi perchè  “anche Hitler amava molto questo ponte” (sic!).


Io mi sbaglierò sicuramente, ma temo che la famosa “cabina di regia” brambillesca si avvii inesorabilmente a diventare, presto o tardi, nuovo elemento di scontro davanti alla Corte Costituzionale: un film già visto anche ai tempi di Lucio Stanca e del comitato nazionale del turismo berlusconiano.
Luca Carlucci di scandaloitaliano ne discusse l’anno scorso con dovizia di particolari ne “La guerra dei comitati” di Italia.it.
La prossima presentazione del progetto Italia.info potrebbe anche accendere la miccia e scatenare la bagarre.
Appena un mese fa A.G.Lovelock di ItaliaOggi raccoglieva infatti le lamentele dell’assessore al turismo emiliano Guido Pasi:

GUIDO PASI
“Noi delle Regioni di questa ripartenza non sappiamo ancora niente e mi auguro che ci sia la volontà di uscire da una impasse a dir poco imbarazzante.

B&B (Brunetta e Brambilla) proveranno a tacitare gli animi con 21 milioni di euro, ma non è detto che basti.

 

P.S. Per completare debitamente il quadretto turistico-federalista, va detto che l’ex-minstro ora senatore Rutelli ha depositato il 30 luglio scorso – data scelta sicuramente a caso – un disegno di legge costituzionale di modifica dell’articolo 117 terzo comma della Costituzione italiana, per l’inclusione del turismo tra le materie attribuite alla competenza legislativa concorrente dello Stato e delle Regioni. Pliiis visit the website…😉