La politica del rimando e dell’annuncio smentito dai fatti prosegue in casa MVB, la rossa pidiellina che sul portale italia.it a luglio 2008 prometteva

… saranno i tempi miei, che come voi sapete sono abbastanza celeri.

TTG raccoglie da ieri nuove dichiarazioni della rossa di Calolziocorte:

I tempi della pubblica amministrazione sono diversi dai miei, ci sono procedure da seguire e passaggi burocratici obbligatori. [ndb. ma va?]

Tempi diversi, tempi moderni quelli di MVB.

Quindici giorni fa aveva trionfalmente dichiarato al Tempo:

Prima dell’estate, magari in una forma più ristretta, il nuovo web ripartirà.

Ora spiega più nel dettaglio che:

Nel frattempo, per l’estate, conto di inserire su quell’indirizzo alcuni contenuti informativi e promozionali. Inoltre, voglio che sia pubblicato sul sito l’avanzanzamento dei lavori, per garantire trasparenza e permettere a tutti di sapere i passaggi attuativi.

Dobbiamo probabilmente aspettarci una replica della bufala di italia much more che, per migliorare ulteriormente le cose, ora indirizza i turisti stranieri italiani direttamente sul portale italiano di enit, invece che sulle relative versioni straniere (così era in precedenza).
[UPDATE]  Mariottide segnala nei commenti che il contenuto viene ora “adattato alla lingua” (miracolo!).

Nel frattempo qualcuno informi MVB che il sito su cui pubblicare lo stato di avanzamento dei lavori già esiste in casa del ministro Brunetta.