[UPDATED]

Prima dell’estate, magari in una forma più ristretta, il nuovo web ripartirà.
[MVB – Il Tempo – 02/04/2009]

Nel frattempo, per l’estate, conto di inserire su quell’indirizzo alcuni contenuti informativi e promozionali. Inoltre, voglio che sia pubblicato sul sito l’avanzanzamento dei lavori, per garantire trasparenza e permettere a tutti di sapere i passaggi attuativi.
[MVB – TTG – 16/04/2009]

Si dà il caso che fra trenta giorni esatti inizi l’estate, ma che tutto taccia sul nuovo portale italia.it.


Anche il comitato di monitoraggio DSCT – Brunetta latita allegramente con i suoi rapporti trimestrali sul progetto.
Inoltre il tour de force pre-elettorale terrà impegnato il ministro MVB più o meno quotidianamente sino al 6 giugno, cioè per la metà del tempo disponibile di qui al 21 di giugno.

Alzi il ditino nei commenti chi pensa e/o crede veramente che prima dell’estate si riesca a vedere qualcosa di concreto sul web.

DitoMVB

Nel frattempo, partendo da QUI (recentissimo debutto), potreste ingannare l’attesa girovagando sui 21 portali regionali del turismo italiano, tanto per rendersi conto di come siamo messi mediamente: click sulle icone degli stemmi regionali, ma deprimetevi con moderazione, mi raccomando. Per qualche portale trovate anche un post su questo blog (vedi in Categorie).

Come “invitante” alternativa c’è il recentissimo parto del DSCT di MVB, portale annunciato e poi inspiegabilmente snobbato dalla Rossa di Calolziocorte.  Anagrammate l’URL e arrivate qui (ma vorrà dire qualcosa?).
Scherzi a parte, sul sito ontit si trovano i risultati di indagini e rilevazioni estremamente utili per capire l’andamento del mercato turistico nazionale ed internazionale. Ad esempio in questa indagine (campione di 33.ooo turisti), già presentata a BIT 2009,  si rilevano a pag. 17  i canali di influenza sulla scelta del soggiorno.
Con buona pace di agenzie viaggi, enti e uffici turistici, mostre, convegni, fiere, giornali, cataloghi, depliants, ecc. ecc., si scopre che nell’ordine pesano (% calcolate su possibili risposte multiple):

– per gli italiani: 41-42% il passaparola tra amici, parenti e conoscenti, 32-37% esperienze pregresse, 15-18% Internet; tutto il resto a scendere sotto il 5%;

– per gli stranieri: 38-40% il passaparola, 23-30% esperienze pregresse, 25-32% Internet;  tutto il resto a scendere sotto l’ 8%.

Per quanto riguarda le prenotazioni via Internet (tasto dolente per AdV e T.O.) si legge che:

L’incidenza delle vendite dell’Italia su quelle on-line mostra come se in Europa il 29,1% delle vendite dei grossisti passa sul Web, di queste oltre ¼ (26,7%) è rappresentato dall’Italia. Tale quota sulle nostre destinazioni scende ad 1/5 sulle vendite online degli Usa (20,5% di quelle sul Web), all’11,7% di quelle su Internet dei T.O. giapponesi ed all’8,3% di quelle su Internet degli operatori indiani.
Volendo confrontare questi valori di incidenza sul mercato on-line in quote assolute di mercato, appare evidente la penetrazione della quota di vendite on-line dell’Italia sul totale delle vendite (tradizionale+on-line) del mercato del Belgio/Olanda (27,3%), della Russia (12,2%), del Regno Unito (10,9%) e dei Paesi Scandinavi (10,3%).
[pag. 10]

InternetVenditaPacchetti

Il che la dice abbastanza lunga sul come e su cosa si dovrebbe effettivamente puntare nel realizzare il nuovo portalone.


P.S. Titolo del post: citazione da Estate – Negramaro

in bilico
tra santi che
non pagano
e tanto il tempo
passa e passerai
come sai tu
in bilico e intanto
il tempo passa e tu non passi mai